Trofeo Bastianelli

Il Trofeo Bastianelli è nato con lo scopo di ricordare Giovanni Bastianelli il campione degli anni venti della "Ciociaria" e della "Valle di Comino" in particolare. La Ciociaria è da sempre terra di corridori e di appassionati della bicicletta ed era pertanto quasi doveroso mantenere viva la leggenda di questo grande sportivo.
La gara è nata nel 1977 e dalla prima edizione si svolge ininterrottamente annualmente in Atina (Frosinone) ed è sempre stata riservata alla categoria dilettanti. Il passo verso l'Internazionalità è stato compiuto nel 1993 rendendola unica nel Centrosud. Gli organizzatori hanno cercato da sempre di abbinare il ricordo di Giovanni Bastianelli con altri campioni del passato o ancora in attività invitandoli ad Atina. Il " Trofeo Bastianelli " è stato onorato dalla presenza di Gino Bartali (1984), Francesco Moser (1990), Claudio Chiappucci (1999) e Paolo Savoldelli nel 2002, dopo la vittoria al Giro d'Italia.
Nell'Albo d'Oro spiccano i nomi di Fabio Sacchi ('96) e Gianluca Tonetti ('98) passati al professionismo.
La gara offre dei premi extraclassifica non indifferenti offerti per la maggior parte dalla collettività " Atinate di Boston ". La data di svolgimento, vicina al Ferragosto, è stata scelta per coincidere con il ritorno per le vacanze di numerosi Atinati residenti all'estero.
La corsa è sempre onorata dalle migliori squadre dilettantistiche Italiane e dalle più accreditate squadre nazionali europee che scendono massicciamente in Ciociaria per contendersi ed aggiudicarsi gli ingenti e cospicui premi (Premi extraclassifica, Traguardi volanti e Gpm) messi a disposizione degli Atleti dalla Società Organizzatrice e l'ambito "Trofeo", trampolino di lancio per il passaggio al professionismo.
La corsa è stata sempre vinta dagli Italiani fino al 2001. Nel 2002 la prima vittoria straniera con il russo Vladislav Borisov al quale hanno fatto seguito lo svizzero Jorg Strauss (2003) e il messicano Aldape Chavez Moises (2004). Nel 2005 torna sul gradino più alto del podio un italiano, Davide Torosantucci.
©2002-2021 Museo del Ciclismo Associazione Culturale ONLUS - C.F.94259220484 - info@museociclismo.it - Tutti i diritti riservati

I dati inseriti in archivio sono il risultato di una ricerca bibliografica e storiografica di Paolo Mannini (curatore dell'Archivio). Le fonti utilizzate sono svariate (giornali, libri, enciclopedie, siti internet, archivi digitali e frequentazioni sui vari Forum inerenti il ciclismo). Chiunque desideri contribuire alla raccolta dei dati, aggiunta di materiale da pubblicare o alla correzione di errori può farlo mettendosi in contatto con Paolo Mannini o con la Redazione.